Campagna Fondazione 'E' Stato il Vento'

Tre progetti per Riace

Prosegue la Campagna di sostegno alla Fondazione "E' Stato il Vento", nata per promuovere la ripartenza del progetto interculturale e di accoglienza realizzato dall'ex sindaco Mimmo Lucano nella città di Riace.

di Comunicato

Rilanciamo una Campagna di donazioni per la ripartenza della città di Riace sul sito della Fondazione “E’ Stato il Vento”. 

Come è successo finora, la solidarietà che vi chiediamo non si esaurisce nel solo sostegno monetario. Si tratta di sostenere, attraverso una donazione, la ripartenza faticosa di una realtà che rappresenta e interpreta un altro modo di intendere la questione migranti e la qualità della vita per tutti, e che è stata letteralmente “bombardata” per motivi politici. La resistenza di Riace è uno dei pochi segnali concreti che faticosamente cerca di reggere, nonostante il periodo pesantissimo che sta vivendo il nostro paese.

L’anno che si è appena concluso è stato un anno particolare e intenso per la comunità di Riace, che con grande fatica sta cercando di ripartire. L'ex sindaco Domenico Lucano, dal suo rientro a settembre dopo undici mesi di esilio, segue tutte le attività, nonostante l’amarezza del momento. Per contro, continuano i riconoscimenti da tutta Italia e dall’estero, gli ultimi a Berlino e a New York dove è stato invitato di recente.

Il progetto frantoio di Comunità, supportato dalla Fondazione per l’avvio della lavorazione, attualmente è autonomo. Pochi mesi fa è terminata la raccolta delle olive, cui hanno lavorato una ventina di persone (riacesi e migranti) assunte con contratti regolari. Il Frantoio ha lavorato bene, l’olio è risultato di ottima qualità ed è già apprezzato in tutta Italia grazie alla commercializzazione in bottiglia dei primi 1000 litri attraverso le botteghe Altro Mercato. Adesso è stato messo in taniche da 5 e 10 litri per la vendita diretta (se interessati scrivere qui: frantoio.oleario.riace@gmail.com)

La produzione e la vendita dell’olio hanno garantito delle entrate che sono servite a coprire i costi delle persone che ci stanno lavorando. Più in generale, il lavoro dell’olio ha rappresentato una rivitalizzazione del borgo e una prima realizzazione di quello che è l’obiettivo perseguito dalla Fondazione: aiutare tutta la comunità di Riace verso una sua graduale autonomizzazione.

A Riace le botteghe sono state riaperte e rappresentano un segnale di continuità. Ci lavorano 16 persone fra migranti e riacesi. L’asilo parentale è aperto e funziona.

Per quanto riguarda l’accoglienza e l’integrazione di richiedenti asilo e migranti, attualmente risiedono nel borgo una quarantina di persone che hanno scelto di rimanere e di condividere questa ripresa. Altre famiglie, provenienti da progetti costretti alla chiusura, stanno arrivando a Riace. Per questo c’è bisogno di interventi di ristrutturazione e manutenzione delle case adibite all’accoglienza. La Fondazione sostiene lo sforzo della comunità di continuare la “mission” di Domenico Lucano nella sua tradizione di accoglienza e sta al suo fianco nel lavoro di ricostruzione delle condizioni di possibilità per l’accoglienza. Per sostenere questo progetto nella sua complessità: Raccolta Campagna Riace riparte (Causale 1)

La taverna Donna Rosa, storico luogo di incontro della comunità, rischia la dismissione se non si fa rapidamente una proposta di acquisto. La comunità perderebbe il suo fulcro e ne sarebbe impoverita. Per questo pensiamo che salvare la taverna sia importante e proponiamo a tutti di contribuire a questo scopo.
Raccolta fondi per sostenere la Campagna Taverna Donna Rosa (Causale 2)

È urgente ripristinare anche un luogo per l’abulatorio seguito dall’associazione Jimuel e chiuso dall’attuale amministrazione di Riace. L’ambulatorio era un servizio importante di presidio sanitario pubblico a vantaggio dei migranti e dei cittadini di Riace, e non solo, anche dei comuni vicini; funzionava molto bene da più di due anni. La chiusura dell’Ambulatorio ha rappresentato una grave perdita per la comunità, va riaperto il prima possibile; è stato identificato uno spazio in cui potrà essere insediato, ma questo spazio necessita di lavori strutturali di adeguamento. Anche questo è un obiettivo che proponiamo di sostenere. Raccolta Fondi per la Campagna di ripristino ambulatorio medico (Causale 3)

É possibile sostenere tutti i progetti con una donazione, anche finalizzata specificamente con una semplice menzione del progetto scelto nella Causale del versamento.

IBAN: IT18P0501801000000016832693

BIC (bonifici all’estero): CCRTIT2T84A 

Intestato a: Fondazione di partecipazione È Stato il Vento – Onlus - Banca Etica Raccolta fondi per sostenere Campagna Riace riparte (Causale: 1)

Raccolta fondi per sostenere la Campagna Taverna Donna Rosa (Causale: 2) Raccolta fondi per sostenere il ripristino dell’ambulatorio medico (Causale: 3)

Nota Importante: le donazioni potranno essere detratte sul modello 730 in quanto la Fondazione è iscritta al Registro Onlus.