Franca Giansoldati

L’alfabeto verde di Papa Francesco. Salvare la Terra e vivere felici

San Paolo, 2019, pp. 128, € 15,00

Una pubblicazione «che segnala l’esigenza di una rivoluzione verde dal cuore grande». Una sintesi con tutti «i punti essenziali della Laudato si’». «Un decalogo da adottare per un cammino collettivo, consapevole e illuminato. Per un mondo migliore, con il Vangelo in mano e nel cuore». Sono le parole con cui papa Francesco introduce il libro, con una lettera indirizzata a «Gentile Franca», vaticanista del quotidiano Il Messaggero. Il libro, lettera dopo lettera, cerca di scuotere i lettori a uscire dall’indifferenza e a preoccuparsi dell’avvenire comune, esplicitando il significato di parole chiave della Laudato si’, l’enciclica green di papa Francesco. L’alfabeto va da A come acqua e Amazzonia, F di felicità e finanza, S come sobrietà e solidarietà e fino a Z come Zen. «Bergoglio è stato accusato di essere un comunista, un ecologista radicale perché animato dalla volontà di mettere al bando l’uso dei combustibili fossili e introdurre energie pulite per limitare il riscaldamento globale. Sono le stesse lobby che non credono ai danni climatici. Il filo rosso che fa da sottofondo all’enciclica», scrive l’autrice nel saggio introduttivo. A papa Francesco è chiaro che l’emergenza ambientale è uno dei principali problemi di oggi cui si deve far fronte. Impegnativo il sottotitolo: Salvare la Terra e vivere felici. Felicità che per Francesco non è riposta nel benessere economico… ma nell’essere felici insieme, in armonia con gli altri e con Madre Terra. Sì, per Laudato si’, l’ecologia integrale riguarda anche il vero bene della persona umana. (E.B.)