Max Lobe (Traduzione di Sándor Marazza)

Rue de Berne, numero 39

66th and 2nd, 2019, pp.172, € 15,00.

Romanzo d’esordio dello scrittore camerunese residente in Svizzera, incentrato sulla figura di Dipita, un ragazzo che, rinchiuso nel carcere di Champ-Dollon (Ginevra), ha modo di ricostruire le tappe della sua vita e di mettere in chiaro la propria omosessualità. È il racconto di un immigrato di seconda generazione, arrivato in Europa al seguito della madre finita negli ambienti della prostituzione. Il libro, pubblicato in francese nel 2013, ha vinto il Prix roman des Romands 2014.