Antonio Tosi

Le case dei poveri

Mimesis, 2016, pp 180, € 18,00

Uno studio che valuta se e come è possibile a livello europeo rendere “più sociali” le politiche abitative che nei paesi industrializzati hanno compiuto cent’anni, senza essere riuscite a eliminare l’esclusione abitativa. Il caso italiano è affrontato con riferimento ai senza dimora e agli immigrati. Per quest’ultimi, la problematicità delle condizioni abitative risente della debolezza delle politiche di integrazione e di accoglienza. L’autore ha insegnato sociologia urbana e politiche della casa al Politecnico di Milano.