Manuel Augusto Lopes Ferreira

Missionari comboniani. 150 anni di storia e missione

Missionari comboniani, 2017, pp. 278

Una carrellata sulla storia dell’Istituto dei comboniani, presentata in maniera chiara, benché brevemente, in occasione dei 150 anni di questa famiglia missionaria, creata dal nulla a Verona, il 1 giugno 1867, da quel grande innamorato degli africani che è san Daniele Comboni.

L’Istituto è cresciuto, sempre con un occhio di preferenza all’Africa, allargandosi in Europa, America del nord e America Latina e fino all’Asia, negli ultimi 30 anni: «L’anima asiatica è stata l’ultima a far parte dell’arcobaleno dello spirito comboniano, con l’arrivo, negli anni ’90, dei candidati e comboniani filippini», scrive Ferreira.

L’autore, ex Superiore generale (1997-2003), del suo Istituto ce ne fa rivivere la fondazione, raccontandocene lo sviluppo, con accenni puntuali ai vari Capitoli generali che ne segnano il cammino, tra sfide e difficoltà. Una storia che continua. Si tratta di «lasciare respirare le differenti anime dell’Istituto, farle parlare le une con le altre nella costruzione di nuovi percorsi missionari». E Ferreira conclude dicendo che le pagine di questa storia che avanza «saranno scritte da uomini per vie che solo Dio conosce, in un dono chiamato “futuro”, da accogliere, come il passato, con gratitudine, e da desiderare con passione». La seconda parte dell’opera è dedicata alle circoscrizioni (province e delegazioni) che formano oggi l’Istituto.

Un libro prezioso per chi vuole conoscere l’ieri e l’oggi dei comboniani. Per averne copia: Fondazione Nigrizia, vicolo Pozzo,1 – 37129 Verona, tel. 045.8092290. (E.B.)