5 DIRITTI CAPITALI: DIRITTO ALL'INFORMAZIONE - DOSSIER SETTEMBRE 2017

Libertà di propaganda

Sono ancora troppe le nazioni africane in fondo alla classifica di Reporter senza frontiere. Ed è soprattutto il potere politico ad accanirsi contro media e giornalisti. O si rimane allineati e coperti o si rischia.

di Cristina Maccarrone

È in chiaroscuro la mappa della libertà di stampa in Africa. Se è vero che Namibia, Ghana e Capo Verde (seguite da Sudafrica, Burkina Faso, Comore e Botswana) hanno compiuto notevoli passi in avanti, ci sono ancora paesi come Eritrea, Sudan e Gibuti (ma anche Guinea Equatoriale, Egitto, Rwanda, Burundi) dove chi fa il giornalista rischia di essere ucciso o di finire in carcere senza motivo.

Lo riferisce il World Press Freedom Index 2017, il rapporto che Reporter senza frontiere pubblica ogni anno dal 2002 per analizzare come sono diffuse le informazioni e come vengono trattati quanti fanno informazione. Il rapporto prende in considerazione 180 paesi e stila una graduatoria in base a un indice che tiene conto di alcuni criteri: il pluralismo dei media, l’indipendenza, la trasparenza, la qualità del quadro giuridico e la sicurezza dei giornalisti. Più basso è il punteggio, più garantito è il diritto all’informazione.

Scorrendo l’indice, l’Africa entra in classifica per la prima volta al 24esimo posto con la Namibia, seguita dal Ghana (26) e da Capo Verde (27). Considerando che le prime posizioni sono occupate per lo più da stati europei (Norvegia e Svezia in vetta) e che i tre paesi africani si trovano molto sopra rispetto all’Italia (52), è chiaro che i miglioramenti siano tangibili.

Garante la Costituzione

La Namibia ha perso sette posizioni rispetto al 2016, ma rimane prima tra le nazioni africane. Merito di una Costituzione che garantisce libertà di parola e protegge i giornalisti, anche se questi sono spesso oggetto di minacce da parte dei pubblici poteri. Godono però di una certa autonomia sul web, dove non sono soggetti a controlli, mentre l’autocensura è piuttosto frequente nei media di stato. Tra i giornali online, un caso emblematico in positivo è quello di...

Leggi l'intero dossier e gli altri articoli di approfondimento e analisi. 
Abbonati alla nuova edizione della rivista mensile, cartacea o digitale!