Amadou Kane, Giulio Garau

Il sogno fasullo. Memorie di un raffinato migrante senegalese in Italia

Infinito, 2016, pp. 112, € 13,00

Il racconto autobiografico di un migrante che, partito dalla sua terra con un bel po’ di aspettative, si accorge che l’Italia e l’Europa non sono i luoghi dove può realizzare la propria felicità. Un racconto della disillusione. Che fa dire a Paolo Rumiz, in prefazione: l’Europa potrebbe lanciare una campagna di informazione per dire ai popoli extraeuropei che qui non c’è la cuccagna; non lo fa perché ha bisogno di schiavi per alimentare un’economia sempre più basata sullo sfruttamento.