Maurizio Pallante, Alessandro Pertosa

Solo una decrescita felice (selettiva e governata) può salvarci

Lindau, 2017, pp. 188, € 16,50

Il sistema economico finalizzato alla crescita della produzione di merci e quindi dei profitti delle imprese multinazionali e della finanza internazionale sta creando migrazioni di massa, disoccupazione, estensione della povertà, instabilità politica. Occorre cambiare il modo di concepire l’economia e puntare sulla decrescita felice che si fonda a) sulla riduzione della produzione di merci che non sono beni; b) sull’aumento dell’autoproduzione di beni e degli scambi non mercantili. Gli autori ce lo spiegano in nove saggi.