José Bové, Gilles Luneau

L’alimentazione in ostaggio

Emi, 2016, pp. 192, € 15,00

di Raffaello Zordan

Le mani delle multinazionali su quel che mangiamo. È il sottotitolo del saggio del contadino altermondista José Bové e del giornalista esperto di agroalimentare Gilles Luneau. Attraverso analisi sul traffico delle sementi, sulla distruzione dell’habitat naturale, sui concimi e l’acqua, ci chiamano alla ribellione pacifica contro il capitalismo predatorio: «Oggi la lotta per la libertà si gioca sul cibo, sul clima e sulla protezione della biodiversità, ossia sulla relazione dell’uomo con la sua produzione alimentare e con il rispetto del suo spazio di vita».