COSì VICINI, COSì LONTANI – DOSSIER GENNAIO 20127

L’Africa rimessa fuoco

Fare da incubatore ai giovani fotografi e far esprimere la soggettività del continente. È il programma di Lagos Photo Festival fondato nel 2010 da Azu Nwagbogu.

di Stefania Ragusa

«Trovare felicità, bellezza e forza in posti dove non ce le aspetteremmo». A proposito del suo lavoro di fotografa, Fati Abubakar dice che questa ricerca è il suo principale obiettivo. La ragazza di Kayace, comunità dimenticata alle porte di Abuja, che sorride a occhi chiusi mentre le sue treccine fluttuano incorniciandole il volto, è l’incarnazione perfetta di questa aspirazione.

Abubakar è una giovane nigeriana, che crede nel valore sociale della fotografia. Ha partecipato all’ultimo Lagos Photo Festival con la serie The Face, che racconta la vita quotidiana in zone tra le più pericolose della Nigeria. Come Maiduguri, nello stato di Borno, luogo di nascita di Boko Haram. Fati viene proprio da lì. Tra i suoi scatti ci sono i volti di varie ragazze sopravvissute ai rapimenti.

Tsoku Maela è sudafricano, regista e scrittore prima che fotografo. Con le immagini ha...

Per continuare la lettura dell'articolo del numero di Nigrizia di gennaio 2017: rivista cartacea o abbonamento online.