Mirella Susini

Cercatori di Dio

Edb, 2015, pp. 358, € 27,00

di Redazione

Si tratta di documenti inediti – rinvenuti in Algeria, Marocco e Francia – sul dialogo tra cristiani e musulmani nel monastero di Thibirine, dove sette monaci trappisti francesi furono rapiti (27 marzo 1996) e in seguito uccisi (21 maggio). Un dialogo che iniziò nel 1979, che viene chiamato Ribât Es-Salâm (Vincolo della pace) e che risponde all’intuizione di «dar vita in Algeria a una comunità fondata sulla preghiera e rivolta in modo particolare all’incontro spirituale con i credenti musulmani». L’autrice è docente incaricata nelle Pontificie Università Antonianum e san Tommaso d’Aquino (Angelicum).