Jean Yawovi Attila

L’azione missionaria della Chiesa ieri e oggi

Marcianum Press, 2015, pp. 400, € 29,00.

di Redazione

Il volume intende riaffermare la validità, anche per il mondo di oggi, del comando missionario di Gesù “andate e insegnate”. Anche se l’irruzione di papa Francesco ci obbliga tutti, “missionari” e non, a riaggiustare il colpo: quale missione? E che cos’è la missione? In una prima parte, l’autore – sacerdote delle diocesi di Lomè (Togo) e docente di diritto missionario all’Università Urbaniana – si dilunga sui canoni che nel Diritto canonico regolano la missio ad gentes. Nella seconda, vengono affrontate alcune sfide che riguardano l’annuncio del vangelo. Certo, il sostentamento dei seminaristi maggiori è un problema vero per le diocesi africane. E la perequazione tra diocesi ricche e povere è la ben venuta. Ma perché non ricercare sul posto la risposta, cioè quelle risorse che potrebbero regalarci preti più vicini alla propria gente, capaci di condividerne la povertà? Il volume si chiude con la documentazione che riguarda le convenzioni per un servizio pastorale dei presbiteri diocesani venuti dai paesi del sud, in missione in Italia. D’accordo sull’importanza che l’autore raccomanda per la formazione e il lavoro dei catechisti. (E.B.)