Via alla Confederations Cup

Mondiali 2010: prove generali

Inizia la Confederations Cup. A rilento i lavori per la costruzione degli impianti sportivi destinati ai Mondiali 2010. Crescono i costi mentre le infrastrutture risultano inadeguate al flusso atteso di mezzo milione di turisti

Parte la Confederations Cup, in Sudafrica, il torneo che anticipa di un anno i Mondiali di Calcio 2010. Un'occasione per fare il punto sulle infrastrutture che il governo di Pretoria ha realizzato in vista dei prossimi mondiali. Molte le polemiche. Cinque strutture sportive si trovano ancora in costruzione mentre il governo ha annunciato che i fondi sono finiti già da tempo. I alcuni casi i costi legati alla costruzione delle nuove strutture, sono lievitati fino a raggiungere il 54% di quanto preventivato. «Oggi si disputa Brasile contro Egitto nello stadio di Bloemfontein. - spiega Massimiliano Nerozzi, inviato de La Stampa in Sudafrica - Fino al pomeriggio di ieri si stavano svolgendo ancora lavori importanti». Tappa annullata invece a Port Elizabeth dove i ritardi nella costruzione del Nelson Mandela Bay Stadium, ha fatto depennare la struttura dalla liste di quelle dove si sarebbe disputato il torneo. A questo si aggiungono le difficoltà incontrate nel rinnovare la rete dei trasporti, che si scontro con le proteste del sindacato dei tassisti. Il paese si attende circa mezzo milione di turisti che non sarà in grado di accogliere.